La dieta da seguire in gravidanza nel primo trimestre: un esempio

dieta-gravidanza

In questo articolo cercheremo di dare dei consigli utili riguardanti la dieta da seguire in gravidanza, in particolar modo nei primi tre mesi, a tutte quelle donne che sono in dolce attesa, oppure di coloro che intendono programmare il concepimento del bimbo, in modo tale da fare chiarezza e capire come comportarsi nel migliore dei modi in quelli che sono i mesi iniziali della gravidanza, nonché quelli più importanti.

Infatti mamme si comincia a esserlo molto prima della nascita del bimbo, adottando abitudini e comportamenti adeguati già dalle primissime settimane di gravidanza, fattori mirati a far star bene il bimbo in grembo e la mamma.

L’alimentazione rappresenta uno degli elementi più importanti a cui prestare attenzione, essenziale per fare in modo che la mamma e, soprattutto il bimbo, siano in grado di far fronte al loro fabbisogno energetico.

La dieta durante il periodo nel quale il bimbo è in grembo, infatti, rappresenta una delle basi su cui si fonda un percorso di gravidanza ottimale, e si dovrebbe porre molta attenzione su cosa mangiare, già dai primi mesi.

Infatti adottare una dieta giusta già nei primi tre mesi di gravidanza permetterà alla mamma di assumere il corretto tipo e la giusta quantità di nutrienti, così da far fronte al fabbisogno energetico sia del bimbo che di lei stessa.

Cosa mangiare nel primo trimestre di gravidanza

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, adottare e impegnarsi a mantenere una dieta corretta durante il periodo di gravidanza si rivela un’arma estremamente potente per portare avanti nel migliore dei modi i nove mesi prima del parto.

Il bambino, soprattutto durante il primo trimestre di gravidanza, ha bisogno di molte energie per crescere e svilupparsi adeguatamente e non riscontrare problematiche future. Infatti è proprio nei primi tre mesi che l’embrione sviluppa le sue parti più importanti, come ad esempio gli arti, la struttura cerebrale e il cuore, sviluppo che si basa principalmente sull’alimentazione il corretto stile di vita della mamma.

L’alimentazione nei primi tre mesi di gravidanza dovrebbe apportare un giusto quantitativo di sostanze, come ad esempio minerali e vitamine essenziali per garantire il giusto apporto calorico al bambino proprio nel momento in cui ne ha maggiore bisogno, ma non in modo eccessivo.

Nel primo trimestre di gravidanza il fabbisogno energetico di calorie dovrebbe aumentare di circa 150 Kcal al giorno, numero che va aumentare fino a 300 Kcal nei messi successivi.

Infatti garantire i giusti nutrienti al piccolo che si porta in grembo non significa mangiare il doppio e, di conseguenza, ingrassare, bensì vuol dire mangiare bene, costantemente e le giuste cose.

Tra quelli che vengono definiti come gli elementi più importanti da integrare nella dieta delle prime settimane di gravidanza troviamo la vitamina B, D, lo iodio, lo zinco e il ferro.

Questo unito all’estrema importanza di assumere una grande quantità di liquidi, quindi bere molta acqua, almeno due litri al giorno così che possa essere assicurato il corretto trasporto delle sostanze nutritive al feto.

Un esempio di dieta in gravidanza nel primo trimestre include cibi come le carni magre, pesci di piccole dimensioni da consumare solo ed esclusivamente ben cotti, i formaggi come ricotta, mozzarella e tutti i latticini magri, frutta e verdura, i legumi per integrare proteine vegetali e uova, solo ed esclusivamente cotte e per non più di due volte a settimana.

Insieme alle cose consigliate da mangiare nel primo periodo di gravidanza, ci sono anche quelle che è assolutamente sconsigliato assumere.

Quindi cosa non mangiare in gravidanza?

E’ importante sapere cosa non mangiare in gravidanza ed avere tutte le informazioni dettagliate sui cibi da evitare non solo durante i primi tre mesi di, ma nell’arco di tutto il periodo dei nove mesi.

Cosa mangiare a colazione durante la gravidanza?

La colazione si sa, per tutti è il pasto più importante della giornata, capace di fornirci le energie necessarie per cominciare a essere operativi.


Questo pasto assume ancora più importanza in tutte le donne incinte, in quanto è in grado di apportare le giuste calorie necessarie alla mamma e al feto per arrivare all’ora di pranzo, è molto importante per la salute del bambino, oltre a essere un alleato molto valido per contrastare la nausea e il vomito tipico delle prime settimane di gravidanza.

Un esempio di dieta gravidanza in gravidanza per la colazione è l’assunzione di un pasto ricco ma al contempo leggero. Infatti il primo pasto della giornata dovrebbe essere basato sui carboidrati complessi, come quelli contenuti nei cereali integrali.

Oltre ai carboidrati è bene implementare la colazione anche con frutta e verdura per integrare liquidi e sali minerali, senza contare l’importanza di bere il latte, estremamente importante per apportare al feto vitamina D e calcio.

Per quanto riguarda invece l’alleviamento dei sintomi come nausea e vomito è consigliato assumere frutta secca o alimenti ricchi di fibre.

Alcuni degli alimenti chiave per la colazione durante la gravidanza sono lo yogurt bianco, frutta secca, mandorle di soia, riso e cocco, centrifugati di verdura e il latte.

Se invece si preferisce iniziare la giornata con una colazione salata, la soluzione migliore è quella di mangiare toast integrali, prosciutto cotto, gallette di riso e mais, formaggi ricchi di calcio e uova, solo se ben cotte.

La colazione salata inoltre può essere accompagnata da bevande come infusi e tè verde.

Per il dispiacere di molte mamme incinte è sconsigliata anche l’assunzione di caffè, in modo particolare a digiuno, il cacao, tutti i cibi eccessivamente zuccherati o grassi, gli insaccati e gli alimenti preconfezionati.

Cosa mangiare in gravidanza per perdere peso?

Iniziamo subito con il dire che perdere peso in gravidanza non sempre è una buona idea, anzi, ingrassare è una cosa del tutto normale.

Infatti mediamente una donna incinta normopeso dovrebbe prendere tra i 12 ai 16 kg nel periodo di gravidanza.

Il segreto però sta nel saper bilanciare bene quello che si mangia, essere costanti e seguire una dieta con gli alimenti giusti.

Molto spesso si fa l’errore di mangiare di meno durante il periodo di gravidanza, pensando che così si possa essere esonerati dall’ingrassare.

Questo è un ragionamento sbagliato, in primis perché così si rischia di nuocere alla propria salute e a quella del bimbo, secondariamente perché potrebbe portare all’ingrassamento.

Infatti quando si è incinte non si deve pensare a come fare per dimagrire, bensì come fare per non ingrassare troppo.

Il segreto sta proprio nel capire che se si ha in grembo un bambino non è necessario mangiare per due, bensì adottare una dieta equilibrata, sana e variegata. In questo modo si riusciranno a dare i giusti nutrimenti sia al bambino che al proprio corpo, non ingrassando eccessivamente.

Un segreto per tenersi in forma anche durante la gravidanza è quello di aumentare l’assunzione di cibi proteici, tenendo regolare invece l’assunzione di cibi grassi e carboidrati.

Inoltre è bene accostare alla dieta anche un po’ di attività fisica, magari una camminata di mezz’ora ogni giorno, insieme a un consumo di acqua di almeno due litri al giorno, essenziale per drenare e depurare l’organismo.

loading...
loading...
Categoria:
Scritto da
Scritto il: