Luna in Cancro dai polmoni alla cistifellea

luna-in-cancro

La forza presente nei giorni del Cancro agisce su torace, polmoni, stomaco, fegato e cistifellea. E una forza che trasforma le condizioni generali di salute in leggera inquietudine, perchè il mondo dei sentimenti — in tutti i segni d’acqua prende peso e profondità. Talvolta capita che si schiuda all’improvviso quello che tenevamo chiuso dentro, e si cominci a muoversi su terreno insicuro.

Tutto quello che si fa nei giorni del Cancro per il benessere del torace, dei polmoni, dello stomaco, del fegato e della cistifellea e doppiamente efficace, ha effetto preventivo e curativo. Eccezion fatta per interventi ed operazioni chirurgiche in detta zona. Tutto quello che affatica torace, polmoni, stomaco, fegato e cistifellea nei giorni del Cancro e più dannoso che in altri giorni.

Potendo decidere da soli la data di un intervento chirurgico o di un’operazione a torace, polmoni, stomaco, fegato e cistifellea, sarebbe meglio evitate i giorni del Cancro ed il periodo che intercorre tra i121 giugno ed i122 luglio e scegliere un tempo di luna calante. Cosa porta i1 Cancro. La qualità del giorno e umido — fredda, it colore e il verde. Chi soffre di reumatismi nei giorni del Cancro (ma anche in quelli dello Scorpione e dei Pesci!) non dovrebbe arieggiare la biancheria del letto sul balcone o sul davanzale. L’umidita resta nelle piume e si fa sentire in chi e malato. Nei giorni del Cancro spesso basta una notte brava a farci sentire stravolti i1 giorno successivo e con gli occhi gonfi. Il fegato ha avuto troppo lavoro e non si e potuto rigenerare. Chi e debole di fegato e cistifellea, polmoni o torace, pub approfittare dei giorni del Cancro per aiutare questi organi. Anche lo stomaco nel Cancro fa un po’ il matto (eruttamenti e bruciori di stomaco). Consigliabili cibi leggeri. Dal mese di luglio fino al successivo mese di gennaio i giorni del Cancro sono sempre in luna calante; dopodiché per un semestre sono in luna crescente. Da ricordare: in luna calante si depura, in luna crescente si accumula. Per stomaco e fegato significa che tra estate ed inverno avranno pin successo le cure per la guarigione e la disintossicazione che non nel periodo fra inverno ed estate.

BRONCHITE

Invito mentale alla bronchite. «In qualche modo la situazione non mi piace, ma ho timore di esprimere ciò che sento. Potrebbe succedere qualcosa ed io non voglio rovinare tutto ancora di Si vuole dire qualcosa a qualcuno? Coraggio: meglio una fine sincera piuttosto che un’ipocrisia senza fine.

Cosa si può fare. Un apprezzato rimedio e il grasso di maiale riscaldato appena, posto come impacco per una notte fino a che la bronchite o la tosse non sono cessate. Ideale la pomata di calendola (vedere la preparazione a pag. 168): pile scacciare anche fastidiose bronchiti croniche. L’impacco va usato una sola volta e gettato dopo l’uso.

ASMA BRONCHIALE

Invito mentale «Tutto mi toglie l’aria. Mi vogliono prendere ed io mi difendo. — Fintantoché la situazione non si modifica non posso respirare liberamente.» Nella vita non bisogna mai accettare il ruolo di vittima. Chi si offre come vittima rimane sempre in balia degli altri, degli interessi altrui. Ciascuna persona ha il diritto di vivere la propria vita, anche perché nessuno altro la può capire meglio. «Puoi chiamarti sfortunato solo se costruisci bare e la gente cessa di morire» (proverbio arabo).

Cosa si pub fare. Il posto dove si dorme può essere elemento scatenante o aggravante anche nell’asma bronchiale. Le indica-zioni per il risanamento degli ambienti interni da elementi tossici che verranno fornite a pag. 213 potranno essere di aiuto per migliorare l’aria in casa e negli ambienti di lavoro; questa e una mi-sura importante per i disturbi di respirazione. Per tutti i problemi ai polmoni risulterà particolarmente efficace un salasso nel ventiquattresimo giorno dopo la luna nuova.

BRUCIORI DI STOMACO

Invito mentale ai bruciori di stomaco. «Ho paura.» Nessuno può togliere la paura al prossimo. Ci si può aiutare solo da soli: una zanzara alla lente d’ingrandimento appare come un feroce drago che mangia le persone. E, dunque, necessario an-dare in giro con la lente d’ingrandimento?

Cosa si può fare. La terra medicamentosa è un ottimo rimedio contro il bruciore di stomaco. Azione preventiva hanno le patate rosse crude, grattugiate e spremute. Si mescolano poi circa tre cucchiai da minestra al cibo. Altri rimedi sono le mele crude, il pane biscottato o il tè alla camomilla bevuto a piccoli sorsi. Lo spostamento della sesta vertebra toracica potrebbe essere concausa in caso di continuo senso di pesantezza allo stomaco.

INFIAMMAZIONI ALLO STOMACO/ULCERA GASTRICA

Invito mentale alle infiammazioni allo stomaco. «Tutto questo è difficile da digerire. — Non so cosa fare; devo sempre prepararmi a qualcosa di nuovo. — Tutto succede in fretta. — Non credo di essere all’altezza in questo caso: anzi, non sono mai all’altezza.» Bisogna avere pazienza con se stessi. Il perfezionismo è una malattia mortale. Il volere essere sempre all’altezza blocca proprio quelle forze che servono per accettare il nuovo, per studiare ed accettare il continuo divenire della vita. Per paura di lasciare il vecchio, non si riconosce quanto di bello e di gioioso c’è in ogni inizio.

Cosa si può fare. Per guarire è quasi sempre necessario appor-tare un cambiamento nell’alimentazione. Per un po’ di tempo è meglio un’alimentazione a base vegetale. Un buon rimedio preventivo: grattugiare patate crude con la scorza e berne il succo prima dei pasti. Non è buono, ma fa bene. Per la pesantezza di stomaco di tipo nervoso o il mal di stomaco senza cause organiche, affidarsi ad un chiropratico che ab-bia esperienza in cromoterapia e farsi trattare la parte esterna del ginocchio con il colore rosso.

PROBLEMI EPATICI E DI CISTIFELLEA

Invito mentale ai problemi epatici e di cistifellea. «Mi fa venire mal di fegato. — Tutti sbagliano, io no. E per colpa di altri che la cosa è andata per il verso sbagliato, io non ho nulla da rimproverarmi. — Dove posso reclamare? Non c’è da meravigliarsi se sono così acido (problemi di fegato). — Questo con me non si può fare: non con me. Chi sono, dunque? Con chi credono di parlare? (calcoli al fegato).» Il falso orgoglio è una malattia dell’uomo civilizzato: afferra quelli che ci cascano. Rimedi? Rallegrarsi del fatto che siamo tutti mortali. Nessun altro metodo agisce meglio e porta alla vita gioia vera, gratitudine, amicizia e amore.

Cosa fare. Non si possono generalizzare i molteplici disturbi epatici e alla cistifellea. Un buon rimedio è certamente un buon riposo a letto, spesso è anche la premessa alla guarigione. Il fegato e la cistifellea si rigenerano dopo la mezzanotte. Fare una cura del sonno mantenendosi calmi di giorno e attivi di notte non serve a niente. Gli impacchi caldi o anche molto caldi nella zona del fegato e della cistifellea si rendono spesso necessari per affiancare la cura. Riscaldare bene i sacchetti di fiori di fieno e applicarli per due ore circa. Potendo, sarebbe bene dormire ogni tanto su un mucchio di fieno. Le cure con le erbe medicinali per stimolare la cistifellea dovrebbero durare due cicli lunari, durare quindi due mesi, non di più. Meglio sarebbe se questa cura comprendesse il periodo che va dal 21 giugno al 22 luglio. Per i problemi di fegato può essere utile il colore giallo. Si può pensare anche ad una visita dal chiropratico: lo spostamento della quarta o della quinta vertebra toracica potrebbe essere concausa dei disturbi al fegato ed alla cistifellea.

loading...
loading...
Si parla di:
Categoria:
Scritto da
Scritto il: