Siliconi nei cosmetici per capelli, fanno davvero danni? Tutta la verità

siliconi

Siliconi nei prodotti per la cura dei capelli sì o no? Da tempo le informazioni su queste sostanze sono piuttosto fumose, e non vanno mai in una sola direzione. A volte si legge che fanno malissimo alla chioma e che seccano il fusto capillare, altre volte tutto ciò viene smentito. Dove sta la verità? Cerchiamo di capirlo insieme in questo articolo.

Cosa sono i siliconi: inseriti nelle sostanze buone per pelle e capelli dalla F.D.A.

Partiamo proprio dal capire cosa sono i siliconi. Senza scendere troppo nei dettagli, diciamo che si tratta di sostanze chimiche costituite essenzialmente da molecole di silicio e ossigeno. Il loro impiego è trasversale: vengono cioè utilizzati in molti settori dell’industria, dalla meccanica alla farmaceutica, fino al comparto alimentare e, appunto alla cosmetica. In quest’ultimo ambito il silicone più utilizzato, nell’haircare e nel make up, è il dimeticone. Il dimeticone sui capelli ha proprietà liscianti, emollienti e disciplinanti sulle punte. Ma veniamo alla domanda più importante: è sicuro per la salute? La risposta è sì. Non a caso è inserito nella lista delle sostanze approvate dalla F.D.A, l’americana Food and Drugs Administration. Il dimeticone poi, in quanto silicone, non ha alcun tipo di interazione negativa con altri ingredienti, né con la pelle stessa, ma apporta solo protezione all’epidermide, anche a quella del cuoio capelluto. I siliconi, infine, sono incolori e inodori, e non subiscono modifiche se esposti alla luce o al calore.

In che modo agiscono: la loro azione sulla chioma

Abbiamo già detto che i siliconi non hanno alcun impatto negativo sulla pelle ma anzi sono protettivi. A questo aggiungiamo che non sono assolutamente occlusivi, perciò non provocano allergie né sfoghi sul cuoio capelluto. Non presentando molecole allergeniche al loro interno non causano alcun tipo di reazione allergica in chi li usa. Sono invece davvero efficaci come film protettivo per il capello, in quanto essendo idrorepellenti ostacolano qualsiasi permeabilità dell’umidità. Ciò significa capelli meno crespi, sempre disciplinati e mai elettrizzati.

Quando usare i prodotti a base di siliconi

Il loro uso ideale è quello pre-styling. In pratica si fa lo shampoo, si applica il balsamo, si risciacquano i capelli e li si tampona con un asciugamano. Quando l’eccesso di acqua è stato assorbito si passano delle gocce di siliconi sulle punte (ma anche più su, a metà lunghezza) e si preserverà la capigliatura dai danni delle elevate temperature del phon o della piastra, senza spezzarli o renderli crespi. L’effetto liscio è garantito, così come anche la lucentezza. In più i siliconi possono essere usati per mascherare o prevenire le doppie punte, e per mantenere più a lungo il colore creato in salone. Non dimentichiamo però che molti siliconi sono contenuti anche nei balsami o nelle maschere, soprattutto in quelli che servono a ristrutturare il capello e a lisciarlo. Una sola accortenza va presa: meglio evitare di eccedere nel loro uso, altrimenti si potrebbe incappare nel cosiddetto “effetto re-bound”, caratterizzato da un’eccessiva produzione di sebo del cuoio capelluto.

loading...
loading...
Si parla di:
Categoria:
Scritto da
Scritto il: